ELCHE – tre storie in un viaggio

I viaggi sono fatti di tante piccole storie che incontriamo lungo la strada e che ci rendono parte del luogo in cui ci troviamo.

Come Verona non sarebbe la stessa senza Giulietta e Romeo,
Elche non sarebbe Elche senza un paio di storie alquanto curiose.

elche_veronica
laghetto nell’Huerto del Cura

La Dama di Elche

elche_dama
la copia della Dama de Elche nel MAHE

Una, in particolare, è quella della Dama di Elche.
La Dama è un busto raffigurante una donna, rimasto sotto la terra di un campo per secoli, fino a quando un giovane scavando incontrò quello che gli sembrò un particolare sasso decorato. Ma continuando a scavare, riportò alla luce quello che oggi è il simbolo della città di Elche.
Usata per reliquie religiose, oggetti sacri e ceneri in offerta ai defunti, è ora conservata a Madrid, mentre nel MAHE – museo archeologico e di storia di Elche si trova una copia dell’originale.

elche_vaso
un vaso antico nel MAHE

El Misteri d’Elx

Elche, però, custodisce anche la preziosa storia del Misteri d’Elx, che si tramanda di generazione in generazione dal secolo XV. La tradizione racconta, infatti, che  arrivò sulle spiagge di Santa Pola e un’arca di legno trasportante l’immagine della Vergine.

Il Misteri è un’opera che viene rappresentata a Ferragosto nella Basilica di Santa Maria interamente in Valenciano. Ogni personaggio è interpretato da un uomo, conservando la vecchia norma che vietava alle donne di recitare.

La particolarità della rappresentazione è la discesa dell’angelo, che viene calato con un meccanismo manuale dall’alto della chiesa. Dal 2001 è un Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità UNESCO.

elche_campana
la vista dalla cima del campanile della Basilica de Santa Maria

El Huerto del Cura

elche_palmeraldama
una copia della Dama de Elche nell’Huerto del Cura

La storia del cappellano José Castaño Sánchez e del suo orticello di palme è diventata così grande da essere ora soprannominato imperial.

elche_sissi
il busto di Sissi nell’Huerto del Cura

Altro patrimonio dell’UNESCO di Elche, diventò famoso dopo la visita dell’imperatrice Elisabetta d’Austria (la famosa Sissi), che venne ad ammirare la piccola storia di una palma. Una piccola palma che dal tronco principale, però, genera ben 7 hijos.

elche_7hijos
la Palma con i suoi sette hijos

Potrei anche scrivere del ritorno in aereo,


della bellissima storia che il signore seduto vicino a me ha voluto condividere,
ma questa penso la conserverò per la prossima volta.

elche_piccioni
vista sul Palmeral dalle mura del MAHE

Nel frattempo, non perderti gli altri due articoli della mia avventura estiva in Spagna!

VALENCIA – la mia avventura PARTE 1

SANTA POLA – la mia avventura parte 2

Read the English version: ELCHE – three stories in a trip

Un pensiero su “ELCHE – tre storie in un viaggio

  1. Pingback: ELCHE – three stories in a trip – Una Veronica Vagante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...