Le Ragazze Vaganti | ELEONORA – la serie

E direttamente dalle Azzorre, una nuova storia di ragazze che vagano per il mondo.
La protagonista di oggi è Eleonora, che molti conosceranno come l’autrice di Pain de Route:
Eleonora, 24 anni, italiana dalle misteriose sembianze uzbeche (nessuno ha ancora capito perché).
Mi sto laureando in linguistica teorica e applicata, ho due Erasmus alle spalle, tonnellate di esperienze casuali in ambiti completamente sconnessi e un’inguaribile entusiasmo per tutto quello che si trova più a Est dell’Italia – meglio ancora se postsovietico e tutto da scoprire.
Adoro il tè, cantare con gli amici intorno ai falò, il brivido di una notte in tenda o di un autostop improvvisato.
Non mi piace il rosa, l’umidità, il caffè.
Potete leggere le mie avventure nel mio blog, Pain de Route.
Eleonora_1

Continua a leggere “Le Ragazze Vaganti | ELEONORA – la serie”

Le Ragazze Vaganti | SABRINA – the series

The series Le Ragazze Vaganti is back. This series has the aim of telling the experiences of wandering girls in order to inspire other young women to explore.
Last week Maria Matus was killed at the beginning of her trip around the world. With this tragic event, the hashtag #noviajaba sola (she didn’t travel alone) was born, simbolizing the fact that leaving alone doesn’t mean being it, and that she didn’t travel alone, as well as I don’t and neither do you.
Any of us could have been Maria, but the solution certainly isn’t staying at homa and so isn’t giving up on your dreams and your freedom.

sabrina_1

My name is Sabrina, I’m 29 years old and a digital nomad. I left Italy in 2009 when I attended university in Paris. Once graduated, I left for a year of van life in Australia and for some months wandering around South-east Asia. I tried to go back to Italy, but freelance life in Milan wasn’t for me at all. I’ve been managing my clients remotely since December 2017, working just enough in the Philippines and in Indonesia. My greatest passion is surfing and now I can do it every day!

You can follow me on my website and on Instagram.

Continua a leggere “Le Ragazze Vaganti | SABRINA – the series”

Le Ragazze Vaganti | SABRINA – la serie

Torna la serie Le Ragazze Vaganti, il cui obiettivo è raccontare le esperienze vaganti di ragazze per il mondo per ispirare altre giovani donne ad esplorare.
La scorsa settimana Maria Matus è stata uccisa all’inizio del suo viaggio per il mondo. Con il triste evento è nato l’hashtag #noviajabasola, a testimonianza del fatto che partire da sole non vuol dire esserlo, e che lei non viaggiava sola, come io non viaggio sola e neanche tu.
Chiunque di noi potrebbe essere stata Maria, ma la soluzione non è sicuramente quella di restare a casa e di rinunciare ai propri sogni e alla propria libertà.

sabrina_1

Mi chiamo Sabrina, ho 29 anni e sono una nomade digitale. Ho lasciato l’Italia nel 2009 quando ho iniziato a frequentare l’università a Parigi. Una volta laureata sono partita per un anno di van life in Australia e qualche mese passato a girovagare per il Sud Est Asiatico. Poi ho provato a tornare in Italia, ma la vita da free lance a Milano non faceva davvero per me. Da dicembre 2017 gestisco i miei clienti completamente in remoto, lavorando quanto basta dalle spiagge delle Filippine e dell’Indonesia. Il surf è la mia grande passione, e ora finalmente posso dedicarmici tutti i giorni!

Amo surfare all’alba, le moto da cross, la pizza, il prosciutto, i formaggi, il vino e tutte le leccornie italiane che sono difficili trovare in Asia.
Odio stare seduta davanti ad un computer per troppe ore di fila, i cibi piccanti, le macchine e il traffico.

Potete seguirmi sul mio sito e il mio Instagram.

 

Viaggiando ci sono vari aspetti della vita che cambiano. Stare lontano da casa ti fa scoprire che le amicizie stesse prendono una nuova forma.
Gli amici di tutta la vita e gli amici in viaggio hanno qualcosa di diverso. Sei d’accordo? Cosa ne pensi?

Penso anch’io che ci siano due tipi di amicizie: quelle a casa e quelle mentre viaggio.
Le amicizie rimaste a casa sono scremate tantissimo, e solo con gli amici più cari ho ancora un legame stretto. Le persone importanti ci sono state  e ci sono ancora.
Gli amici che, invece, ho fatto viaggiando, sono veramente un tipo di amicizia diverso. Tutto è molto intenso: si viaggia insieme, si vive insieme, si condividono tantissime passioni… è un’amicizia diversa, e so che in qualsiasi momento della mia vita io decida di andare a visitare un paese in cui loro abitano, mi accoglierebbero a braccia aperte.

Sabrina_4

Anche casa è diventata un’idea, non più un unico luogo fisico. Potrei forse definirlo come un insieme di luoghi: se parlo di casa mi riferisco sia a dove mi trovo in questo momento, ma anche il luogo in cui sono nata e cresciuta.
In generale, per me ora casa è un concetto che collego all’Italia e all’Europa, inevitabilmente collegato alla cultura, con il cibo e le tradizioni. Questo concetto con il tempo è diventato però molto fluido, ed è un qualcosa relativo alle persone: Bali, le Filippine, i miei, tutti gli amici… loro sono casa.

Sabrina_2

Quando riesci a vivere il luogo in cui sei, o, come lo è per me, quando riesci a riempire lo spazio in cui sei, non provi nostalgia. Ho cominciato a sentirmi a casa a Parigi quando ho cominciato a correre, qui mi sento a casa perché faccio surf tutti i giorni. L’attività fisica è senza dubbio fondamentale per il mio benessere.

Quando sono partita per l’Erasmus, però, non è stato facile. Con il tempo, credo ci si abitui ad ambientarsi sempre più velocemente.
Ora mi sento come se avessi selezionato le cose che mi piacciono, e facendolo ogni giorno come potrei stare male? Non sono più stressata, ma a volte mi mancano alcune cose, come un aperitivo, delle chiacchierate con le amiche, le serate, il buon cibo, le mie montagne… Stare via tanto te le fa apprezzare molto, molto di più quando poi torni.

Sabrina_3

Faccio surf da cinque anni, ma prima di dicembre, non lo praticavo tutti i giorni. Non sono mai stata neanche mattiniera, eppure per il surf mi sono convinta a svegliarmi per essere già sulla tavola all’alba. Sei lì, seduta, mentre il sole sorge e tutto si tinge di colori pastello e le onde diventano di un colore cristallo. Tu e le poche persone che ci sono attorno te restate in silenzio ad ammirare. Non c’è nulla di più unico.

Sabrina_5

Se anche tu hai una storia vagante da raccontare,
contattami in privato e condividi con i tuoi amici.

Le Ragazze Vaganti | Sara P – la serie

E dopo Soňa e Sara B, oggi è il turno di un’altra Sara, conosciuta anche Almudena o Dimitra…

Sara, 23, Italia.
Studentessa triennale di Mediazione Linguistica Interculturale.
Da settembre 2013 a settembre 2014 ho fatto l’au pair a Madrid, da giugno a settembre 2015 ho ripetuto l’esperienza a Murcia, da settembre 2015 a giugno 2016 ho fatto un Erasmus+ a Cordoba (Spagna), da giugno a settembre 2016 ho fatto per la terza volta la ragazza alla pari a Pamplona, da febbraio a settembre 2017 ho preso parte a un Overseas a Cordoba (Argentina), e attualmente lavoro all’Istituto Italiano di Cultura di Atene con la borsa di studio Erasmus Placement.
Mi piacciono l’arte, la marmellata di fichi e i cappellacci.
Non mi piacciono i semini dei pomodori, i delfini e le persone carismatiche.
Potete seguirmi nei miei viaggi su instagram.

le Continua a leggere “Le Ragazze Vaganti | Sara P – la serie”

Le Ragazze Vaganti | Sara B.

The second post of the series Le Ragazze Vaganti, made by Wandering Girls for Wandering Girls.
If you haven’t read the first episode yet, check it out: LE RAGAZZE VAGANTI- the series |Soňa

Sara, Italian, 27 years old and two birthdays spent in Barcelona.
I have a degree in International Economy, and I had my first real working experience in Barcelona.
I love the blue sky, a hot cup of tea with my sister, Zeno’s ice cream eaten sitting on the stairs.
I don’t like drinking tea alone, supermarket’s ice-cream and the fog.

sara_guell

Continua a leggere “Le Ragazze Vaganti | Sara B.”

LE RAGAZZE VAGANTI- the series |Soňa

It all starts with a question.

What does inspire you?

In a world in which we have access to tons of information and many other opportunities, we are still looking for inspiration.
Inspiration about what to wear, inspiration about where to go, but, above all, inspiration about how to be.

We let decisions pass us by,
till the moment when we suddenly know.

Knowing what you want in life doesn’t happen overnight, it’s not a rational choice, and it hits you right in the stomach.
This series is dedicated to us,
to us, that don’t know in which direction our train is going,
and to us that we only care about wandering.

Continua a leggere “LE RAGAZZE VAGANTI- the series |Soňa”

la serie – LE RAGAZZE VAGANTI | Soňa

Comincia tutto con una domanda.

Cosa ti ispira?

In un mondo in cui abbiamo accesso a tantissime informazioni e  altrettante opportunità, siamo ancora alla ricerca di ispirazione.
Ispirazione su cosa mettere, ispirazione su dove andare, ma soprattutto ispirazione su come essere.

Ci facciamo scivolare addosso le decisioni,
fino a quando arriva il colpo di fulmine e all’improvviso sappiamo.

Sapere cosa si vuole nella vita non succede dal giorno alla notte, non è una scelta razionale, e ti investe in pieno petto.
Questa serie è dedicata proprio a noi,
noi che non sappiamo da che parte prendere il treno,
e a noi che l’unica cosa che importa è vagare.

Continua a leggere “la serie – LE RAGAZZE VAGANTI | Soňa”